La sicurezza dipende dal rispetto, da parte di ognuno, di regole basilari. Queste regole vengono spesso ignorate da grandi e piccoli.

Obiettivo del Progetto Sicurezza è appunto riuscire a far interiorizzare queste basi affinchè vengano accettate come scelta di vita.

L’interesse di Istituti Scolastici, Amministrazioni Pubbliche, Associazioni e singoli cittadini verso questo progetto è in continua crescita e ha reso possibile, in questi anni, l’acquisizione di un notevole bagaglio di esperienze e l’elaborazione di materiale didattico che ci permette di affrontare queste tematiche con la necessaria professionalità.

A partire dall'anno 2007 il Progetto ha avuto una grande evoluzione.
Viene sperimentata, con uscite sul territorio, la “misurazione del traffico”, raccogliendo numerosi dati che vengono poi elaborati in classe. In base a quanto raccolto i ragazzi possono esplicitare proprie proposte di interventi in favore di una mobilità sostenibile, sia pedonale che ciclabile.
Per favorire il percorso casa-scuola a piedi o in bici...

  • Obiettivi e proposte del Progetto: Promuovere l’interiorizzazione della regola affinché venga accettata come scelta di vita.
  • Soggetti interessati: Scuole Materne, Scuole Elementari e Medie, in orario curricolare delle attività integrative, per attività sportive.
  • Struttura dell’intervento:
    • lezioni teorico pratiche in classe sulle regole, i segnali, la sicurezza, il veicolo, i quiz;
    • lezioni pratiche di meccanica con riparazione e montaggio della bici;
    • lezioni pratiche di conduzione in sicurezza del mezzo e attività motoria in bici.

IL PROGETTO DISAGIO SCOLASTICO .... ATTRAVERSO "DIETRO LA BICI ... L'INFINITO"

 Il progetto “ Dietro la bici… l’infinito” è rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado PER AFFRONATRE concretamente  le tematiche relative al disagio giovanile, coinvolgendo proprio i ragazzi “definiti difficili”. Esso si centra sull’utilizzo della mtb( mountain bike), come mezzo per divertirsi, conoscere, affrontare e superare le difficoltà e sarà sviluppato in due fasi nel corso di tutto l’anno scolastico: una prima legata ad attività di laboratorio- ciclofficina, la seconda in spazi aperti  volta ad educare e sensibilizzare a vivere il territorio in modo sostenibile.